Come coltivare gli agrumi in casa o in giardino

Se disponente di un giardino o un balcone con un po' di spazio non potete rinunciare alla coltivazione di questi alberi da frutto profumati e bellissimi. Tutti i consigli

Come coltivare gli agrumi in casa o in giardino

COME COLTIVARE GLI AGRUMI IN CASA O IN GIARDINO. Se disponete di un po’ di spazio all’esterno, un giardino ma anche un balcone, e amate coltivare le piante da frutto non potete rinunciare agli agrumi, alberi bellissimi e dalle foglie verde lucido che oltre ad offrirvi frutti deliziosi quali arance, limoni, mandarini e pompelmi, profumeranno la vostra casa con i loro fiori dall’aroma inconfondibile, donandovi le fragranze tipiche delle calde terre del sud in cui essi sono soliti crescere.Soffrendo molto il freddo, gli agrumi necessitano soprattutto di essere protetti da gelate o comunque da temperature inferiori a 2-3 gradi, oltre che di alcuni consigli che Tiziano Codiferro, giardiniere a Firenze, suggerisce di avere nel coltivarli.

COLTIVARE GLI AGRUMI, I PRIMI PASSI DA SEGUIRE. Con la piantina comprate anche un vaso di terracotta che è l’ideale per gli agrumi in quanto riduce il ristagno dell’acqua. Come terriccio, invece, utilizzate un composto fatto per metà di terra di giardino e per l’altra metà di torba, aggiungendo un po’ di argilla espansa o della sabbia alla base del vaso per favorire il drenaggio dell’acqua. Nei vivai si possono tuttavia acquistare dei sacchetti di terreno già pronti, preparati appositamente per gli agrumi. In seguito dovremo rinvasare la nostra piantina ogni 3-4 anni circa, nel periodo di ripresa dell’attività vegetativa (primavera al sud, inizio estate al nord).

ILRUOLO DEI FERTILIZZANTI MINERALI PER LA CRESCITA DEGLI AGRUMI. Per crescere rigogliosi e dare tanti frutti saporiti gli agrumi hanno bisogno di una gran quantità di microelementi come il potassio, il fosforo, il ferro, lo zinco, il manganese e l’azoto. Per andare incontro alle esigenze della pianta potete quindi acquistare nei vivai dei fertilizzanti minerali adatti agli agrumi, in cui sono presenti tutte le sostanze necessarie o, se volete usare del concime organico, si consiglia di impiegare le alghe marine, che sono ricchissime di tutti questi elementi. 

COME E QUANDO ESEGUIRE LA POTATURA. Va eseguita una volta all’anno nel periodo che precede la nascita dei fiori. La chioma va sfoltita in modo da lasciar passare attraverso la pianta luce ed ossigeno. Oltre ai rami secchi e deteriorati andranno quindi recisi i rami sdoppiati e i cosiddetti succhioni, rami molto spessi che crescono verso l’altro e non portano frutti, i quali indeboliscono la pianta privandola dei necessari elementi nutritivi.

PROTEGGERE LA PIANTA DU AGRUMI DALLE TEMPERATURE MOLTO BASSE. Quando il termometro scende al di sotto dei 6-7° sarà opportuno portarla all’interno tenendola lontana dai caloriferi e facendo sì che lo spostamento sia preceduto da un periodo di acclimatazione, nel quale terremo spesso la pianta all’ombra per farla abituare alle condizioni di luminosità ridotta presenti all’interno. Lo stesso faremo nel riportare all’esterno la pianta alla fine dell’inverno-inizio primavera, cominciando col tenerla fuori per alcune ore al giorno in una posizione coperta. In alternativa si potrà tenere la pianta fuori anche d’inverno, soprattutto in zone più temperate, ricoprendola con un telo che la protegga da possibili gelate.

Redazione Independent

mercoledì 31 gennaio 2018, 17:57

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
agrumi
coltivare gli agrumi
arance
limoni
mandarini
potatura
fertilizzanti
giardiniere
firenze
ultime notizie
consigli
Cerca nel sito