Cinquanta morti ad Aleppo

Un missile delle forze governative centra un assembramento di civili. Si scava a mani nude nelle macerie per salvare i feriti

Cinquanta morti ad Aleppo

MISSILE SU ALEPPO, CINQUANTA MORTI. Non accenna a cessare il massacro del popolo siriano nella ferocissima guerra civile che sta martoriando il paese mediorientale da marzo 2011. Poco fa un missile, lanciato dalle forze governative di Bashar Al Assad, ha compiuto una vera strage uccidendo sul colpo cinquanta persone assembrate ad Aleppo. Un video degli attivisti mostra i soccorritori che scavano a mani nude tra le macerie, cercando di salvare delle vite umane. Le autorità siriane hanno ammesso che due colpi di mortaio hanno colpito una delle residenze presidenziali a Damasco. La residenza nota come Qasr Tishrin (Palazzo di ottobre) ha riportato danni al muro di cinta che guarda verso Sud.

LA REAZIONE DELLA RUSSIA. Intanto il presidente russo Medvedev ha inviato due aerei in Siria per evacuare cittadini russi e dell'ex Urss. Che si tratti della svolta per l'intervento militare delle Nazioni Unite al fine di far cessare il fuoco? Finora Mosca e pechino erano sempre state contrarie all'intervento in una delle zone più "calde" del medioriente.

twitter@subdirettore

 

martedì 19 febbraio 2013, 18:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
aleppo
siria
missile
morti
guerra civile
bashar al assad
notizie
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!