Cinghiali, Montepara: "Approvammo un'ordinanza a maggio 2015 ma nulla è stato fatto"

Il sindaco di Orsogna interviene a proposito della questione che sta tenendo banco da giorni: "Ma nessuno ci diede ascolto"

Cinghiali, Montepara: "Approvammo un'ordinanza a maggio 2015 ma nulla è stato fatto"

E MONTEPARA DISSE NO. "L'ordinanza per autorizzare la cattura o l'abbattimento dei cinghiali il Comune di Orsogna l'ha approvata il 2 maggio 2015 e l'ha comunicata a Provincia e Prefettura di Chieti, chiedendone l'aiuto concreto e affidando la gestione dell'intervento alla Polizia provinciale. Nulla è stato fatto in tutto questo tempo, anzi, dalla Provincia ci risposero che non era di loro competenza".

A sostenerlo è il sindaco di Orsogna, Fabrizio Montepara, su un problema che in paese ha cominciato a porsi in termini evidenti almeno dal gennaio 2013, da quando le segnalazioni allarmate dei cittadini sono cresciute in maniera esponenziale.

"Mi auguro - ha aggiunto - che i 43 sindaci, che hanno approvato ora un'analoga ordinanza, sveglino chi sarebbe dovuto intervenire da anni e ha la responsabilità di non avere fatto nulla. C'è un ritardo drammatico, i cinghiali ormai circolano indisturbati in branchi nei nostri centri urbani e lungo le strade, causano danni alle colture. Ci sono già state delle vittime".

Gli Indipendenti

domenica 25 settembre 2016, 21:51

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
cinghiali
ambiente
fabriziomontepara
orsogna
ordinanze
Cerca nel sito