Chieti-Lamezia finisce 1 a 1

Gara combattutissima quella giocata all'Angelini. Diffidati 10 ultrà per saluto fascista

Chieti-Lamezia finisce 1 a 1

GIUSTO PAREGGIO 1 A 1 TRA CHIETI E VIGOR LAMEZIA. Era facile prevedere che quella tra Chieti e Lamezia sarebbe stata una partita combattutissima dalle due squadre. Fortemente motivati a vincere erano i neroverdi, lanciati in una improbabile rincorsa del Pontedera seconda in classifica a
sei punti di distanza. Fortemente motivati a conseguire un risultato positivo erano i lametini che dopo la pesante sconfitta casalinga con il Teramo, avevano bisogno di riscattarsi per allontanarsi dai play out. Ne è venuta fuori una partita nervosa dove la preoccupazione di perdere ha fatto premio sulla voglia di vincere per buona parte del primo tempo. Nella seconda frazione di gioco le squadre hanno abbandonato i tatticismi e si sono affrontate a viso aperto. Mister De Patre non ha potuto occupare
il suo posto in panchina perché squalificato nel derby a l'Aquila. Al suo posto c'era il vice Matricciani. Non sono scesi in campo nemmeno Alessandro e De Pinto anche loro squalificati. Al loro posto sono entrati Cardinali e Rinaldi. Per lo stesso motivo la Vigor ha dovuto fare a meno di di Mangiapane e De Luca sostituiti da Monopoli e Zampaglione. Infine anche il centrocampista nero verde Rossi ha dato forait per problemi muscolari. 

LA GARA. La prima frazione di gioco non ha offerto particolari emozioni a parte una iniziale sortita di Mungo al 15°. Gli ospiti, che cercano di ribattere solo su contropiede, si fanno vedere
dalle parti di Feola al 39° con Di Maira che non inquadra la porta difesa da Feola. Nel Secondo tempo:
I padroni di casa cambiano registro e al 4° Mungo approfitta di un errore di Marchetti e con un superbo pallonetto, supera Forti portando in vantaggio il Chieti. Ma i lametini non ci stanno a perdere e al 18° Di Maira, ben lanciato da Longoni, scarica il tiro sul portiere che ribatte proprio sui piedi del giovane attaccante della Vigor che stavolta non sbaglia e realizza la rete del pareggio. De Sousa avrebbe l'occasione di portare ancora in vantaggio i nero verdi al 30° quando con un colpo di testa supera Forti. Sulla linea però c'è Gattari che respinge. Dopo tre minuti è lo stesso Gattari che di testa mette fuori di poco. 

IL TABELLINO

Chieti (4-2-3-1): Feola, Bigoni, Gigli,Pepe, Gandelli, Vitone, Rinaldi (24°st Berardino) Mungo (41°st La Selva), Verna, De Sousa. A disp: Cappa, Di Filippo, Petagine, Di Properzio, Capogna. Allenatore: De Patre.
Vigor Lamezia (4-2-3-1): Forte, Monopoli (17°st Catanese), Marchetti, Gattari,  Cascione, Giuffrida, Giacinti, Longoni, Zampaglione, Rondinelli, Di Maira (19°st Crialese) A disp: Cerretti, Saccà, Martino, Cerchia, Ferrara. Allenatore: Costantino
Arbitro: Melidoni

DIFFIDATI 10 ULTRA' TEATINI. Intanto dalla procura di Teramo è giunta la notizia del Daspo per 10 ultras neroverdi degli Irriducibili accusati per i fatti del 17 marzo scorso. Quesl giorno si giocava il derby contro il Teramo e, secondo la ricostruzione degli investigatori, gli animi si accesero per il saluta fascista rivolto dagli ultrà del Chieti a quelli teramani prima della partita: un saluto a cui i teramani hanno precisato di non aver reagito per motivi politici. Ci furono anche diversi momenti di tensione con lanci di fumogeni e sassi. Anche 12 ultras dei Devils Corp hanno ricevuto la notifica del divieto di presienzare a manifestazioni sportive

Clemente Manzo

domenica 14 aprile 2013, 18:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
ultras
diffidati
partita
derby
17 marzo
teramo
irriducibili
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano