Chieti. I quartieri a rischio

Tricalle, San Martino e via Amiterno i più densamente popolati. Di Paolo: «Più controlli sugli alloggi popolari »

Chieti. I quartieri a rischio

TRICALLE, SAN MARTINO E VIA AMITERNO - la questione sicurezza e degli alloggi popolari, anche in seguito ai recenti fatti di cronaca avvenuti a Pescara, si sposta nel capoluogo teatino. Il Capogruppo del Gruppo Misto, Consigliere Comunale Marco Di Paolo, è intervenuto sulla questione con una nota ufficiale alla Giunta di Umberto Di Primio. «Poichè i quartieri di Tricalle, San Martino e Via Amiterno sono ad alto rischio abitativo essendo tra i più densamente popolati della Città ed in ragione del fatto che in quelle zone insistano numerose abitazioni popolari. ho richiesto all’Amministrazione Comunale di conoscere quali siano i criteri adottati dall’Ente all’atto dell’assegnazione di Alloggi Popolari».

DI PAOLO: «PIU' CONTROLLI » - «Infatti - ha aggiunto Di Paolo - , poiché la normativa vigente stabilisce, come è giusto che sia, che sia riservata attenzione verso i cittadini extra comunitari, è doveroso offrire, a questi cittadini stranieri, ampie tutele affinché non si vedano concentrati tutti in una stessa zona, magari a seconda dell’etnia, invece di avere la possibilità di vedersi assegnati alloggi in vari quartieri cittadini. L’esperienza di altre Città deve imporre all’Amministrazione di Chieti massima attenzione affinché non vengano gettati i presupposti per il ripetersi di fenomeni tipo quelli accaduti al Rancitelli di Pescara e scaturiti proprio dall’aver realizzato veri e propri “ghetti” in cui numerose famiglie extra comunitarie sono state costrette a vivere al di fuori del contesto sociale cittadino».

Redazione Independent

 

martedì 08 maggio 2012, 16:48

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
alloggi
popolari
pescara
tricalle
san martino
umberto di primio
via amiterno
ghetti
rancitelli
di paolo
consigliere
Cerca nel sito