Chieti: Guardie Ambientali per contrastare abbandono rifiuti in strada

Assessore Bevilacqua: “Un vero e proprio scempio i rifiuti abbandonati in diverse zone della città. Elimineremo tutti i bidoni sul suolo pubblico come previsto dal regolamento.”

Chieti: Guardie Ambientali per contrastare abbandono rifiuti in strada

CHIETI DICHIARA GUERRA AI RIFIUTI. Scende in città la percentuale della raccolta differenziata. Se nel 2013, grazie alla collaborazione virtuosa dei cittadini, era stato raggiunto il 65% - che aveva permesso di ottenere una riduzione del 5% della TARSU, oggi dobbiamo purtroppo registrare una flessione che ha determinato un calo al 56%. E’ quanto ha affermato l’Assessore alla raccolta dei Rifiuti Urbani, Alessandro Bevilacqua, nel corso di una conferenza stampa con il responsabile di Chieti della società Formulambiente, Nicola Della Corina, e con il funzionario del Settore Ambiente, Ing. Luca Franceschini, nel corso della quale è tornato a richiamare l’attenzione dei cittadini sull’importanza della salvaguardia dell’igiene e del decoro.

«A fronte di tanti cittadini che rispettano le regole e fanno bene la raccolta differenziata – evidenzia l’Assessore Bevilacqua - ce ne sono tanti che non prestano attenzione alcuna, non rispettando date e orari. Senza contare quanto avviene in alcune zone, in particolare del centro storico, dove i rifiuti vengono abbandonati senza alcun senso di civiltà. Ci accorgiamo quotidianamente della mancanza di attenzione di taluni. La riprova ci è stata data anche nel corso di alcuni sopralluoghi effettuati presso un grande centro commerciale dove abbiamo potuto rinvenire montagne di sacchi di plastica all’interno dei quali vengono indifferentemente ammucchiati carta, plastica, organico ed altro.  Vale la pena di ricordare a tutti i cittadini che i rifiuti devono essere esposti, a seconda della tipologia prevista dal calendario di cui abbiamo dotato tutte le 27.000 utenze cittadine, il giorno prima della raccolta e solo tra le ore 20.00 e le 24.00. I bidoni, inoltre, non dovranno più essere lasciati sul suolo pubblico. L’Amministrazione Comunale non tollererà più tale stato di cose e per tale motivo ha disposto il ritiro di tutti quei bidoni che non siano stati collocati in spazi privati o condominiali. Per contrastare l’abbandono di sacchi di immondizia in strada (che finiscono in discarica con un aggravio di costi per tutti cittadini), inoltre, verranno reclutate nuove guardie ambientali che effettueranno controlli a campione in particolare nelle zone maggiormente interessate da tale problematica»

Redazione Independent

venerdì 30 ottobre 2015, 16:41

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
rifiuti
multe
alessandro bevilacqua
nicola della corina
guardie ambientali
Cerca nel sito

Identity