Chiede "pizzo", finisce in cella

Lanciano. Nel maggio 2010 un 34enne pregiudicato tentò di "taglieggiare" un commerciante estorcendogli denaro

Chiede "pizzo", finisce in cella

LANCIANO. CONDANNATO 34ENE PER ESTORSIONE. E’ stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri di Lanciano D. R. S., un pregiudicato di 34 anni del posto, che dovrà scontare la pena definitiva a 4 anni, 10 mesi e 25 giorni di reclusione per un cumulo di pene relative ai reati di tentata estorsione, minaccia, violenza privata, lesioni personali, danneggiamento ed ingiuria.

RICERCATO DA CINQUE MESI. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Lanciano, e i colleghi della locale Stazione, lo cercavano da 5 mesi, da quando la Corte d’Appello della Procura dell’Aquila aveva emesso il provvedimento di esecuzione di pena nei suoi confronti. Ieri pomeriggio l’uomo è stato rintracciato in una abitazione di Lanciano dove, grazie alla collaborazione di terze persone, era riuscito a sottrarsi all’esecuzione del provvedimento a suo carico. I reati a lui contestati si riferiscono ad alcuni episodi avvenuti nel 2010. In particolare, a Maggio del 2010, l’uomo danneggiò il locale di un commerciante di Lanciano al quale aveva tentato di estorcere del denaro senza riuscirvi. La vittima fu anche minacciata. Dopo l’arresto il 34enne è stato associato al carcere di Lanciano.

Redazione Independent

 

venerdì 22 marzo 2013, 14:23

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
estorsione
lanciano
notizie
commerciante
maggio
negozio
Cerca nel sito