Chi sarà il prossimo N.1?

Chiodi «D'Alfonso illusionista». Lo sfidante: «Vincerò su Teramo». Intervista "sbagliata" ai candidati

Chi sarà il prossimo N.1?


REGIONALI. UNA PARTITA A DUE (CHIODI-D'ALFONSO). Come ormai sapete quello che c'intriga di più è l'aspetto "caratteriale" delle singole "vicende umane". Se, poi, vanno addirittura a condizionare quelli che sono gli interessi, le aspettative oltre che i bisogni di oltre 1,3 milioni di cittadini abruzzesi, alle prese con la crisi economica più feroce di sempre, allora l'argomento diventa incredibilmente irrestistibile. Per "testare il campo" abbiamo lanciato sul nostro portale il sondaggio "Chi sarà il prossimo Governatore di Regione?", che sarà online fino al 31 marzo, e ci permetterà di sondare il pensiero degli utenti di Abruzzo Independent che, finora, non hanno sbagliato un solo colpo (ci riferiamo alle elezioni precedenti: nazionali e locali). Oggi pubblichiamo un'intervista "sabagliata" ai candidati in pectore di quello che si profila essere uno scontro ad altissimo profilo: il "confermatissimo" Gianni Chiodi e la "Fenice" Luciano D'Alfonso. Chi se non il commercialista-fiscalista teramano o l'umanista-filosofo lettomanoppellese, infatti, saranno i protagonisti della conquista di quello che una volta era Palazzo dell'Emiciclo (a L'Aquila)? In realtà, abbiamo previsto una terza ipotesi (l'inserimento di un candidato della società civile o un "grillino) ma, detto francamente, la partita presenta delle barriere all'entrata difficilmente superabili.

L'INTERVISTA "SBAGLIATA". Abbiamo chiesto a Gianni Chiodi e Luciano D'Alfonso - tramite Sms e chattate via Facebook - cosa ne pensassero della sfida che a breve li vedrà protagonisti. Il primo a rispondere è il "purificato" (dalla sentenza di assoluzione).

La nostra prima domanda via Sms: «Pronostico Chiodi-D'Alfonso?».

D'Alfonso: «Anticipa tu».

Noi: «Chiodi ed alcuni personaggi di centrodestra (Gatti) stanno lavorando bene. Il centrosinistra se non fa piazza pulita e non mette facce diverse perderà nonostante il tuo talento».

D. «Scriviti questa percentuale: 60/40».

(Nel frattempo avevamo contattato in posta privata il "Governator" Gianni Chiodi chiedendogli quale fosse il suo pensiero).

Gianni Chiodi (su facebook): «È un illusionista ahahahh. Ma perde e lo sa. Sempre che lo candidino». (Mentre rispondeva avevamo "in diretta" il "Faraone" lettomanoppellese al quale avevamo comunicato il pensiero del governatore ricordandogli anche che "nel teramano Chiodi aveva lavorato benissimo e che del centrodestra è il leader indiscusso". D'Alfonso non si è sottratto dal rispondere alla provocazione con altrettanta verve)

D'Alfonso: «Spero cge lui sia in forma e soprattutto non spaventato: l'Abruzzo merita una competizione al più alto livello possibile». Infine, la chiosa: «Scriviti questo nell'agenda: il mio obiettivo è vincere nel teramano e nella città di Teramo».

Insomma, di una cosa siamo sicuri. Lo "scontro" che verrà sarà "regionalista" e non avverrà seguendo il dettame di Papa Francesco I che si è, invece, raccomandato alla "tenerezza". Prepariamoci all'Arena.

Il Subdirettore 

mercoledì 20 marzo 2013, 12:12

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
d'alfonso
chiodi
intervista
sfida
candidati
regione
Cerca nel sito

Identity