Chi ha abbattuto il Dc-9?

Ustica. Dopo 32 anni di depistaggi arriva la verità: fu un missile a centrare l'aereo ed a uccidere 81 passeggeri

Chi ha abbattuto il Dc-9?

DOPO 32 ANNI DI DEPISTAGGI LA VERITA' SULLA STRAGE. Ci sono voluti più di 32 anni per sapere la verità sulla strage del 27 giugno 1980 quando un Dc- 9  diretto a Palermo  fu abbattuto da un missile sul cielo di  Ustica  provocando la morte di 81 passeggeri. La corte di Cassazione, nella sentenza emessa ieri, ha dimostrato che non è stato un cedimento strutturale a far precipitare in mare l'aereo, nè una bomba piazzata nella toilette a farlo esplodere, ma un missile lanciato durante un'azione militare. La Corte ha anche deciso che lo stato deve risarcire i parenti delle vittime in quanto chi doveva garantire la sicurezza di quel volo, i ministeri della difesa, dell'interno e dei trasporti, non lo hanno fatto. Dopo la beffa delle sentenze penali  che hanno assolto i vertici militari che secondo l'accusa avrebbero ostacolato e depistato le indagini, finalmente i parenti delle vittime possono essere parzialmente soddisfatti per la decisione storica della terza sezione civile della Corte di Cassazione. Daria Bonfietti, presidente dell'associazione parenti delle vittime della strage di  Ustica, ha dichiarato "ora speriamo che si tolga ogni reticenza nel capire chi è stato ad abbattere il Dc-9".

L'IPOTESI: COLPITO IL DC-9 PER ERRORE ANZICHE' IL MIG CON GHEDDAFI. L'ipotesi più probabile è che caccia in assetto di guerra, di nazionalità francese, fossero all'inseguimento di un aereo con a bordo Gheddafi, considerato allora il nemico numero 1. Un velivolo libico si sarebbe fatto scudo del Dc-9 e i caccia francesi avrebbero abbattuto l'aereo di linea per errore anzichè il Mig che secondo l'intelligence della Nato recava a bordo il colonnello Gheddafi. In realtà pare che il Rais fosse stato preavvertito dell'attacco aereo e quindi non fosse a bordo del mig. L'ipotesi della responsabilità francese è stata confermata dall'ex presidente della repubblica Francesco Cossiga, all'epoca Presidente del Consiglio, che in un'intervista dichiarò "c'era un aereo francese che si mise sotto il Dc-9 Itavia e lanciò un missile per sbaglio". 

IL MIG PRECIPITATO IN SILA.  Una conferma che quella sera ci fu un'azione di guerra tra veivoli Nato e aviazione libica, potrebbe essere fornita dal ritrovamento di un Mig sulle montagne della Sila. Ufficialmente l'aereo venne  rinvenuto il 18 luglio 1980, ma molte testimonianze riferiscono che il caccia libico precipitò, o più verosimilmente venne abbattuto, proprio la sera del disastro. Anche il giudice Priore che al tempo, tra mille ostacoli, tentò di far luce sulla strage, collegò il Mig ad un'azione di guerra aerea.

twitter@subdirettore

martedì 29 gennaio 2013, 18:38

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
ustica
strage
ipotesi
gheddafi
passeggeri
sentenza
vittime
notizie
Cerca nel sito

Identity