Causa rifiuti. Soccombe Deco

Estinto giudizio contro Cirsu: Gruppo Di Zio rivendicava 2,3 milioni. Nessuna somma è dovuta

Causa rifiuti. Soccombe Deco

CAUSA RIFIUTI. DECO SOCCOMBE IN GIUDIZIO. Soddisfazione del sindaco Francesco Mastromauro per l'estinzione della causa intentata dalla Deco SpA contro Sogesa, Cirsu e i sei Comuni consorziati, cinque dei quali – Giulianova come capofila, Bellante, Mosciano S. Angelo, Morro d'Oro e Notaresco – difesi in giudizio dall'avvocato Michele Del Vecchio, responsabile dell'Avvocatura Civica del Comune di Giulianova. «La Deco di Pescara – spiega il sindaco Mastromauro – ci aveva citati in giudizio con lo scopo di ottenere 2.354.467,52 euro  che secondo loro avremmo dovuto pagare quali garanti di Cirsu per i mancati pagamenti che doveva Sogesa alla Deco. E ciò pur a fronte del fatto che i Comuni hanno sempre rispettato i loro impegni. Ma la Deco non riceverà un euro, perché la causa si è estinta. Non solo: la Deco è stata anche condannata alle spese di giudizio. Per cui i Comuni sono stati sollevati da ogni obbligo di pagamento, e così pure il Cirsu. Per noi, che siamo stati capofila in questa causa, rappresentando anche, attraverso la nostra Avvocatura civica, Bellante, Mosciano, Morro d'Oro e Notaresco, è indubbiamente motivo di soddisfazione, tenuto conto della situazione finanziaria degli Enti locali».

Redazione Independent

 

 

lunedì 25 marzo 2013, 19:20

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
deco
cirsu
sogesa
giulianova
notizie
rifiuti
giudizio
mastromauro
Cerca nel sito