Catturato il Bombarolo

Si nascondeva a Rosciano Roberto Di Santo, il "bombarolo" di Roccamontepiano autore di tre attentati

Catturato il Bombarolo

CATTURATO A ROSCIANO IL BOMBAROLO. Non ce l'ha fatta a rispettare il patto col mondo del web. Stava quasi diventando un simbolo di ribellione contro il sistema e la sua fuga, ricca di colpi di teatro, aveva appassionato tutto l'Abruzzo e l'Italia. Poco fa è stato arrestato a Rosciano dai carabinieri che tenevano sotto controllo la zona dell'hinterland chietino e pescarese, oltre ai possibili obiettivi sensibili. Roberto Di Santo, 58 anni da Roccamontepiano, si nascondevo nel suo camper all'interno di un casolare abbandonato. Ora dovrà rispondere degli attentati incendiari a Villanova di Cepagatti, quello al tribunale di Chieti ed una casa famiglia dello Scalo. E' molto probabile che sia sottoposto ad una perizia psichiatrica.

twitter@subidirettore

venerdì 18 gennaio 2013, 14:00

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
roberto di santo
bombarolo
rosciano
carabinieri
arrestato
attentati
videomessagio
Cerca nel sito