Cadavere in mare, potrebbe essere un pescatore marchigiano

Nell'ultimo anno non risultano denunce di scomparsa di pescatori abruzzesi. Il corpo è stato trovato da un peschereccio a 16 miglia dalla costa

Cadavere in mare, potrebbe essere un pescatore marchigiano

ADESSO IL DRAMMA CONTINUA. Si concentrano nelle Marche e in provincia di Ravenna le ricerche degli inquirenti per cercare di dare un'identità al cadavere di un pescatore in avanzato stato di decomposizione trovato in mare l'altra notte, a 16 miglia al largo di Pescara, dall'equipaggio del peschereccio 'Indomita', che lo ha recuperato e condotto in porto.

In banchina sono intervenuti la Capitaneria di Porto, la Polizia e il medico legale. Nell'ultimo anno non risultano denunce di scomparsa di pescatori abruzzesi, mentre ci sono stati riscontri positivi, in tal senso, nelle vicine Marche e nel ravennate. L'avanzato stato di decomposizione del corpo - è rimasto quasi solo lo scheletro - per il momento non ha consentito di ipotizzare il sesso o l'età. L'autorità giudiziaria ha disposto il trasferimento in obitorio per tutti gli esami del caso. Degli accertamenti si occupa la Capitaneria.

Redazione Pescara

venerdì 20 maggio 2016, 18:49

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
cronaca
incidenti
acqua
mare
morti
Cerca nel sito