Prostituzione: una 'lucciola' incassa 500 euro a notte senza pagare le tasse

Notte di lavoro per i carabinieri di Pescara, Montesilvano e Penne impegnati nel contrasto al mestiere più antico del mondo. Denunciate 19 giovani perlopiù bulgare e romene

Prostituzione: una 'lucciola' incassa 500 euro a notte senza pagare le tasse

PROSTITUZIONE: UNA LUCCIOLA INCASSA 500 EURO A NOTTE. Notte di controlli straordinari sul lungomare tra Pescara, Monttesilvano e Francavilla al Mare dove i carabinieri hanno identificato ancora una volta la presenza di giovani ragazze, italiane e straniere, alle prese col mestiere più antico del mondo.  

Diciannove donne, perlopiù cittadine romene e bulgare, sono state sanzionate per la violazione del regolamento comunale tra i 25 euro ed i 500 euro e sottoposte ad accertamenti anche con il concorso degli organi della Cooperazione internazionale.

L'ennesima operazione antiprostituzione conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la crescente vitalità del mercato del sesso, un business milionario come dimostrano i numeri delle recenti indagini di polizia giudiziaria.

Secondo gli inquirenti, infatti, una 'ragazza da marciapiede' riesce ad incassare in media circa 500 euro giornaliere, una somma che anche uno stimato professionista difficilmente riesce a raggiungere, e senza pagare le tasse. Ovviamente spesso dietro questi affari illegali si nasconde la malavita che sfrutta queste giovani con l'inganno, la minaccia e la violenza.

Forse servirebbe un sistema diverso per affrontare questo fenomeno che è una realtà inestirpabile, ed ha anche la sua funzione, sin dalla notte dei tempi e giustamente in altre nazioni viene regolamentata e sottoposta a tassazione. 

 

Redazione Independent

.

 

sabato 26 settembre 2015, 12:42

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
riviera
pescara
montesilvano
prostituzione
romene
bulgare
Cerca nel sito

Identity