Bilancio comunale da "panico". M5S vuole le "teste"

Chi sono i responsabili del dissesto finanziario? Serve un'indagine della Commissione Controllo e Vigilanza

Bilancio comunale da "panico". M5S vuole le "teste"

BILANCIO COMUNALE DISASTROSO. Dopo la bocciatura dei revisori dei conti, il M5S vuole audire i vertici Soget e i dirigenti comunali per conoscere le azioni e le rispettive responsabilità, oltre che politiche, nella riscossione dei crediti vantati e non percepiti. La richiesta arriva dopo l'ultima commissione Finanze in cui, alla presenza dell'assessore Sammassimo, del direttore generale Monaco e del dirigente Rosini entrambi della Soget, appare chiaro che la macchina amministrativa è nei guai perché il quadro finanziario si tinge di nero e di un nero profondo.

LA SITUAZIONE DEI CREDITI. Il rendiconto di gestione 2013 elaborato dai revisori afferma che il Comune vanta un totale di crediti per oltre 155 milioni di euro e la Soget, che su queste cifre punta i piedi, dichiara pubblicamente che 35 milioni sono "crediti inesigibili" quindi, perentoriamente, non più riscuotibili dal Comune. "Naturalmente - si legge nella nota del M5S - per noi la domanda, sorge spontanea: ma degli oltre 120 milioni di credito apparentemente ancora "esigibili", quanti altri potrebbero essere non riscuotibili? Quali e quanti sono i soggetti creditori coinvolti? Entro quanto tempo riusciremo ad esigere i crediti certi? Quali azioni concrete sono state poste in essere dalla macchina amministrativa per effettuare la riscossione ed evitare che la prescrizione li rendesse inesigibili. Pur ammettendo che i crediti inesigibili siamo solo i 35 milioni già emersi, perché è previsto un fondo di svalutazione crediti di soli euro 7.540.989,00 e quindi gravemente sottodimensionato?"

LA RICHIESTA DI RECUPERO CREDITI. Il Movimento 5 Stelle ha chiesto ufficialmente l'assoluta necessità di audire in Commissione Controllo e Vigilanza i vertici della Soget ed ottenere il dettaglio dei creditori del Comune per il tramite della Soget stessa. "Si rende necessario infatti capire - concludono i "grillini"-  se sono state applicate disparità di trattamento creando cittadini di serie A e serie B nel recupero dei crediti vantati. Il M5S vuole altresì conoscere le specifiche e concrete azioni poste in essere per il recupero dei crediti nel corso di questi ultimi 12 anni oltre che il ruolo ed eventuali responsabilità dei dirigenti comunali nel sollecitarne il recupero e nel causarne le numerose prescizioni. Questo lavoro, in coerenza con quanto annunciato in campagna elettorale, consentirà, attraverso rigorosi controlli, "l'apertura dei cassetti" a tutela dei cittadini e a garanzia di un'attribuzione delle reali responsabilità della cattiva gestione della macchina amministrativa".

Foto: Marco Sburzo

Reda Inde

mercoledì 30 luglio 2014, 16:01

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
debiti
comune
pescara
dissesto
movimento 5 stelle
bilancio
commissione
soget
Cerca nel sito

Identity