Autopsia sul cadavere di Renata Rapposelli: ancora incerte le cause della morte

ll corpo, rinvenuto lungo una scarpata nelle campagne di Tolentino, è sfigurato, ridotto in stato scheletrico e incompleto

Autopsia sul cadavere di Renata Rapposelli: ancora incerte le cause della morte

IL 'GIALLO' DELLA MORTE DELLA 64ENNE PITTRICE SCOMPARSA DA GIULIANOVA. E' ancora molto fitto il mistero intorno alla tragica fine di Renata Rapposelli, la pittrice 64enne di Ancona, scomparsa il 9 ottobre scorso, dopo una visita a Giulianova all'ex marito e al figlio, che sono indagati per omicidio e occultamento di cadavere dalla Procura di Ancona. L'autopsia non ha chiarito i dubbi sulla morte della donna. All'esame autoptico hanno assistito il pm di Ancona Andrea Laurino e i carabinieri che indagano sul caso, mentre non c'erano tecnici di parte degli indagati.

CORPO SFIGURATO TROVATO IN UNA SCARPATA. ll corpo, rinvenuto lungo una scarpata nelle campagne di Tolentino, è sfigurato, ridotto in stato scheletrico e incompleto. Sono state fatte varie radiografie e si conta di avere ulteriori elementi dagli esami di laboratorio entro i 60 giorni accordati al medico legale e da nuovi accertamenti sull'auto dell'ex marito Giuseppe Santoleri, che è stata sequestrata per la seconda volta. Ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri del Ris in casa della donna, ad Ancona, a caccia di indizi utili per trovare una pista o un movente su questa ennesima pagina di cronaca nera di cui siamo costretti ad occuparci. Nel frattempo sono state prese le impronte digitali degli indagati.

Redazione Independent

giovedì 16 novembre 2017, 17:22

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
autopsia
pittrice abruzzese
giulianova
renata rapposelli
tolentino
ultime notizie
Cerca nel sito