Aumenti, l'Abruzzo è in rivolta

Traffico in tilt per un blocco del casello Val Vibrata sulla A14. Che cosa accadrà quando arriveranno i Forconi?

Aumenti, l'Abruzzo è in rivolta

ABRUZZO IN RIVOLTA - L'Abruzzo, come il Sud dell'Italia è in rivolta. La stampa locale tace e non racconta le vere difficoltà della gente, che sempre più povera e spaventata, non riesce ad arrivare a fine mese. Mentre nei salotti politici e nelle trasmissioni televisive si discute amabilmente della manovra Monti, delle liberalizzazzioni e bla bla bla. Poi, la mattina ti svegli per andare a lavorare, prendi la tua auto, vai sl distributore di carburante più vicino e scopri che il diesel e la benzina sono ancora aumentati. Ma di cosa dobbiamo parlare? A breve vedremo anche il movimento dei Forconi?

BLOCCO DEL CASELLO - Da questa mattina è attivo un blocco del casello della A14 “Val Vibrata”, che ha provocato diversi problemi di viabilità. La manifestazione è pacifica e priva di vandalismi, nel pieno e totale rispetto dei cittadini e degli automobilisti,che reclamano gli stessi diritti di tutti noi. "Riconosciamo giuste e doverose le manifestazioni per far ascoltare la voce del Popolo “tiranneggiato” ed esautorato della sua sovranità popolare. Per far sì che chi dovrebbe ascoltare non continui a trincerarsi dietro a non comprensibili “doveri europei”. Si manifesti anche in questo modo", ha parlare è il responsabile de La Destra Stefano Flajani. 

UN CORTEO CONTRO LE BANCHE - La Destra ha programmato da tempo il corteo del 4 febbraio a Roma, contro il governo delle banche, contro il governo delle tasse, contro il governo "sordo alle grida di dolore del proprio Popolo. Sordo alle sacrosante e legittime richieste di chi lavora e porta avanti “la carretta”.

Redazione Independent

lunedì 23 gennaio 2012, 15:35

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
destra
blocco
caselli
caro benzina
rivolta
forconi
a14
banche
aumenti
benzina
diesel
Cerca nel sito