Attesa record al Policlinico per ecografia, uomo si incatena per protesta

Clamorosa protesta di un uomo di Sant'Eusanio del Sangro contro la sanità pubblica: Mi stanno istigando al sucidio"

Attesa record al Policlinico per ecografia, uomo si incatena per protesta

DALLE COCCOLE ALLE CATENE IL PASSO E' BREVE. Un uomo di Sant'Eusanio del Sangro Paolo De Titta si è incatenato questa mattina all'ingresso del policlinico di Chieti per protestare contro i tempi d'attesa nella salità pubblica.

L'uomo dice che bisogna aspettare 24 mesi per una ecografia e sei per una visita ortopedica.

In uno dei cartelli che ha affisso accanto a sé chiede l'intervento del Prefetto di Chieti e annuncia di aver sospeso da oggi qualsiasi medicina fino a quando qualcuno non gli darà risposta; sullo stesso cartello è scritto "mi stanno istigando al suicidio".

Noi di AbruzzoIndependent.it ci siamo occupati decine di volte delle famose 'coccole' promesse durante la campagna elettorale dal governatore D'Alfonso che evidentemente non è ancora riuscito a realizzare il sogno di 'predere in braccio il paziente abruzzese e condurlo come un unico sportello sanitario'.

Redazione Independent

venerdì 02 ottobre 2015, 17:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
liste attesa
chieti
abruzzo
paolo de titta
notizie
ecografia
visita ortopedica
Cerca nel sito