Appalto irregolare. Denunce

Nei guai un sindaco dell'Alto Sngro ed alcuni amministratori per un affidamento diretto da 50mila euro

Appalto irregolare. Denunce

SINDACO DENUNCIATO PER ABUSO D'UFFICIO - I Carabinieri della Compagnia di Castel di Sangro hanno denunciato alcuni amministratori di un Comune della giurisdizione (specificamente il Sindaco, un assessore ed il responsabile dell’area amministrativa) per abuso d’ufficio continuato, in concorso. Gli stessi, in violazione delle norme di legge, avrebbero adottato provvedimenti per la stipula di una convenzione con una cooperativa locale, finalizzata alla fornitura di servizi (collaborazione con gli uffici comunali, fornitura di personale all’ufficio turistico e di ausiliari del traffico) nel periodo 2008 - 2011 con successivo rinnovo quinquennale, per un importo di euro 50.000 circa annui. Dagli accertamenti espletati sembrerebbe infatti che la cooperativa individuata dall’amministrazione comunale non potesse fornire i servizi in convenzione in quanto, (iscritta solo all’albo Regionale e non a quello Nazione), sarebbe abilitata alla sola gestione di servizi socio-assistenziali, socio-sanitari e socio-educativi. Inoltre il rinnovo quinquennale sarebbe stato adottato senza indire il previsto bando di gara, in violazione della norma del “Codice degli appalti” che vieta ai Comuni l’affidamento diretto per importo superiore a 200.000 euro.

Reda Independent

venerdì 06 luglio 2012, 13:26

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
castel di sangro
carabinieri
abuso
d'ufficio
assessore
cooperativa
appalto
servizio
Cerca nel sito