Appalti sospetti nella ricostruzione. Procura di Ancona ipotizza truffa per 1,4 milioni

Denunciate quattro persone e due società per presunti illeciti nell'aggiudicazione di lavori di somma urgenza. Sotto la lente lavori di rinforzo e puntellamento di fabbricati

Appalti sospetti nella ricostruzione. Procura di Ancona ipotizza truffa per 1,4 milioni

ANCORA UN PRESUNTO SCANDALO SULLA RICOSTRUZIONE: INDAGA LA PROCURA DI ANCONA. Ancora un presunto scandalo sui lavori di ricostruzione nei comuni del cratere sismico. Stavolta ad indagare è la procura di Ancona che ha denunciato 4 persone e due società per presunti illeciti nell'aggiudicazione di lavori di somma urgenza per 1,4 milioni di euro eseguiti dopo il terremoto del 2009 in Abruzzo.

LAVORI D'URGENZA PER 1,4 MILIONI. I reati ipotizzati vanno dalla truffa ai danni di un ente pubblico alla turbata libertà degli incanti, dal falso ideologico in atto pubblico al mendacio bancario. Le Fiamme gialle hanno anche proposto il sequestro preventivo per equivalente dei beni riconducibili ai principali indagati. Al centro delle indagini, tre appalti indetti fra il 2009 e il 2011 da un Comune abruzzese per lavori di rinforzo e puntellamento di fabbricati di interesse storico-culturale.

Redazione Independent

mercoledì 25 maggio 2016, 14:07

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
appalti ricostruzione
l aquila
procura ancona
indagini
appalto
indagati
reati
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!