Ancora tanta "polvere bianca"

Arrestato un corriere albanese al cimitero di Montesilvano. Sotto la fodera del sedile droga per oltre mille dosi

Ancora tanta "polvere bianca"

ANCORA TANTA COCAINA - Questa mattina il personale della Squadra Mobile di Pescara ha tratto in arresto l’albanese Klajment Curri classe 1979, residente a Silvi Marina, pregiudicato, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

IL CONTROLLO AL CIMITERO - Intorno a mezzogiorno, due pattuglie della Sezione Antidroga, impegnate in un operazione di controllo del territorio, hanno notato lo straniero che si aggirava nei pressi del cimitero di Montesilvano, a bordo di una Skoda SW. Il soggetto è stato seguito e poi fermato a breve distanza per un controllo. Una più approfondita perquisizione ha consentito di rinvenire, all’interno dell’autovettura, occultato sotto la fodera del sedile posteriore, un involucro contenente complessivamente 280 grammidi cocaina, il cui indice di purezza è risultato molto elevato.

ARRESTO IN CARCERE - Su disposizione del P.M. di turno, la d.ssa Mirvana Di Serio, l’arrestato è stato trasferito in carcere. Complessivamente lo stupefacente sequestrato, avrebbe consentito la preparazione di oltre mille dosi per un valore sul “mercato” di non meno di 20.000 euro. Oltre allo stupefacente è stata sequestrato il telefono cellulare dell’albanese. Si ritiene che la cocaina fosse destinata allo smercio sulla piazza locale. Sono in corso indagini per risalire sia ai fornitori che ai destinatari dello stupefacente sequestrato e per accertare ulteriori eventuali responsabilità.

 Redazione Independent

giovedì 15 marzo 2012, 18:03

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
klajment curri
albanese
droga
cocaina
squadra mobile
pescara
montesilvano
spacciatore
notizie
cimitero
mirvana di serio
pm
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano