Caso Straccia: è omicidio?

Possibile che Pescara non abbia ancora restituito il corpo? Si è allontanato volontariamente? E gli amici che dicono?

Caso Straccia: è omicidio?

UNA SPARIZIONE MISTERIOSA - Ancora nessuna novità sulla sparizione di Roberto Straccia, scomparso da Pescara mercoledì 14 dicembre 2011. Gli inquirenti, che poi non sono dei maghi, hanno lavorato con i mezzi e le risorse a disposizione sui pochi elementi in loro possesso. E cioè: le segnalazioni delle persone, gli strumenti elettronici di proprietà Roberto e l'analisi dei verbali resi da amici e parenti. Nel primo caso il cane molecolare Piergiorgio, in servizio al Corpo Nazionale degli Alpini, ha smentito seccamente la persona che aveva giurato di aver incontrato lo studente marchigiano nel pressi della rotatoria di San Silvestro a Pescara. L'esame dei cellulari, poi, ha confermato che le ultime persone sentite da Roberto, quel famoso mercoledì, sono stati gli amici. Mentre nulla di significativo è emerso dall'analisi del profilo facebook e dal pc in uso al giovane nella sua stanza di Pescara. Ma allora che cosa può essere successo al giovane 24enne, ripreso da quell'ultimo fotogramma, intorno alle 14,42 mentre correva sul lungomare di Pescara?

L'IPOTESI PIU' PROBABILE E L'OMICIDIO?- Quella del suicidio ci sembra piuttosto inverosimile per una semplice ragione: il cadavere di Roberto Straccia da Moresco, in povincia di Fermo, sarebbe già saltato fuori. Anche l'allontanamento volontario ed il malessere temporaneo, come un'amnesia, sono ipotesi che lasciano il tempo che trovano. In entrambi i casi qualcuno avrebbe certamente notato questo ragazzo, vestito in abbigliamento sportivo, cercare aiuto, gironzolare per qualche città, chiedere soldi o elemosinare qualcosa. Restano in piedi due ipotesi: quella del rapimento e quella dell'omicidio. La prima considerazione si esclude da sè, poichè la famiglia Straccia è poco più che benestante. Il loro reddito proviene da un'azienda agricola che ha consentito alla fiamiglia Straccia di pagare gli studi di Roberto all'università di Pescara, ma niente di più. Gli amici che conoscono gli Straccia li hanno descritti come una famiglia modesta e per nulla attenzionabile ai fini di una eventuale richiesta di riscatto. Quindi, alla fine, resta in piedi soltanto l'ipotesi dell'omicidio. Ma chi poteva volere la morte di un ragazzo tranquillo, almeno in apparenza, come Roberto Straccia?

GLI AMICI DI ROBERTO - I coinquilini e gli amici non riescono a capacitarsi di quanto accaduto al loro amico Roberto Straccia. Hanno organizzato fiaccolate, partecipato a trasmissioni televisive, collaborato con le ricerche, divulgato informazioni ai giornalisti, ideato campagne su facebook etc.. Nessuno di loro è riuscito a dare una spiegazione razionale su quello che possa essere successo a Roberto. Eppure qualcosa che non andava è evidente. Che ci sia qualcuno tra gli amici di Roberto che sappia qualcosa ovvero che possa essere collegato con il suo allontanamento volontario ovvero con la sparizione del corpo del giovane studente marchigiano?

M.B.

martedì 03 gennaio 2012, 12:23

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
straccia
roberto
scomparso
pescara
correre
pantaloncini
omicidio
amici
malore
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano