Truffe. La Questura: occhio!

Avviata la campagna di prevenzione sulla sicurezza rivolta agli anziani. I malintezionati sono sempre in agguato

Truffe. La Questura: occhio!

CAMPAGNA ANTI-FRODI - La Questura di Pescara, in collaborazione con il Comune di Pescara ha avviato anche per l’anno 2012 una campagna di prevenzione sulla sicurezza rivolta agli anziani, una categoria di soggetti  molto esposta alle attenzioni di malintenzionati, che, in modo sempre più ingegnoso,  approffittando dello stato di solitudine, del reddito medio basso e dell’età, si fingono dipendenti di aziende di pubblica utilità, amici di figli e nipoti o altro al fine di guadagnare la fiducia della vittima per raggirarla e derubarla.

GLI OBIETTIVI DI OCCHIO ALLE TRUFFE -L’iniziativa ha l’obiettivo principale di rendere le persone in età avanzata più consapevoli dei rischi che incorrono e, dunque,  ridurre drasticamente il numero dei reati predatori in loro danno. I dettagli del progetto, che si intitola “Occhio alle truffe” sono stati illustrati questa mattina,  alle ore 10.30, presso la Caserma polifunzionale “Fanti” -  sala conferenze del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo-, dal Questore di Pescara Paolo Passamonti, dal Sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e dall’Assessore alle Politiche Sociali Guido Cerolini Forlini.

IN COSA CONSISTE - Si tratta di una serie di consigli per difendere gli anziani dalle truffe rivlti a: impiegati di banca o di uffici postali; per figli, nipoti e parenti stretti; consigli per i vicini di casa 

Redazione Independent

giovedì 19 aprile 2012, 09:12

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
frodi
truffe
anziani
questura
mascia
cerolini forlini
paolo passamonti
occhio alle truffe
figli
amici
nipoti
falsi
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?