Angoscia terremoto a L'Aquila

Nella notte scossa di magnitudo 3.7 ha svegliato la città. Cialente prepara il piano: «Impossibile fare previsioni»

Angoscia terremoto a L'Aquila

TERREMOTO: DANNI SOLO AD INTONACI. A seguito delle scosse di terremoto che hanno svegliato la Città di L'Aquila questa notte, già da alcune ore l'Assessore alla Protezione Civile, Roberto Riga, l'ingegner Mario Di Gregorio ed il funzionario Livio Stefanucci, stanno facendo una ricognizione per escludere che la scossa più forte, quella di magnitudo 3.7, abbia causato ulteriori danni ad edifici ancora non ristrutturati. «Da quanto stiamo vedendo - ha dichiarato Riga - al momento la situazione è del tutto invariata, vale a dire il breve sciame notturno non ha causato nessun aggravamento strutturale ad edifici ancora lesionati né danni ad altri edifici. Si solo sono staccati degli intonaci per i quali stanno già intervenendo squadre dei Vigili del Fuoco». La scossa è stata registrata alle 2 di notte a pochi chilometri dall'Aquila, con epicentro tra Assergi e Crognaleto, ed è stata avvertita distintamente in tutta la provincia di L'Aquila, Teramo, Chieti e Pescara. L’epicentro a 16,6 km di profondità, nel distretto sismico del Gran Sasso. Lo stesso distretto, alle 2,03 e alle 2,14 ha registrato altri due eventi minori, rispettivamente di magnitudo 2.3 e 2.7. Per gli esperti si tratta di uno sciame sismico sulla cui entità è impossibile fare previsioni.

 

NOTTE IN AUTO AL FREDDO. Nonostante il freddo - la colonnina di mercurio ha toccato quota -5 gradi - moltissime persone del Capoluogo abruzzese hanno deciso di trascorrere la notte in auto oppure da amici e parenti lontani. Letteralmente presi d'assalto i centralini delle forze dell'ordine e dei vigili del fioco. 

LA PAURA DI CIALENTE.  «Mi preme ricordare, mio malgrado - ha dichiarato il Sindaco Massimo Cialente - che questo è un territorio altamente sismico e, purtroppo, proprio perché è impossibile prevedere le scosse, il Comune dell'Aquila, tramite il piano di protezione civile, ha sempre allestite tre tende riscaldate dove i cittadini che per paura sentono l'esigenza di uscire di casa, possono passare la notte. Le tende, si ricorda, si trovano a Coppito ( Murata Gigotti ) , a  Paganica ( Tenda Amica )  e a Bazzano ( Tenda Amica ) . Oltre le tende, sono indicate  con specifica segnaletica anche le aree di raccolta ed il piano di protezione civile è da tempo fruibile sul sito del Comune dell'Aquila. Augurandomi, anche da cittadino aquilano, di non doverne fare più uso del piano, in caso di ulteriori scosse, invito tutti i miei concittadini ad agire secondo coscienza con la consapevolezza che il Comune dell'Aquila è sempre pronto a garantire riparo con strutture adeguate e personale preparato»

twitter@subdirettore 

domenica 17 febbraio 2013, 11:17

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
l'aquila
terremoto
paura
sciame
sismico
notizie
magnitudo
assergi
epicentro
crognaleto
Cerca nel sito