Allarme stupefacenti. Arriva in Abruzzo la "Droga degli Zombi"

A Porta Nuova scoperta una raffineria: arrestati due polacchi. Gli effetti potentissimi delle capsule della morte: allucinazione, autolesionismo e cannibalismo

Allarme stupefacenti. Arriva in Abruzzo la "Droga degli Zombi"

SBARCA IN ABRUZZO LA DROGA DEGLI ZOMBI (IL VIDEO). I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, nel corso di un’operazione antidroga, hanno tratto in arresto Gabriel Romanski Viktor, 30enne, e Tomasz Maciej Golasowski, 39enne, entrambi cittadini polacchi, domiciliati a Pescara. Nella loro abitazione, infatti, avevano tirato su una raffineria artigianale per la produzione di droghe sintetiche. Le indagini sono state coordinate dal Sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Pescara Dott.ssa Barbara Del Bono

IL LABORARATORIO DELLA MORTE. I militari, dopo aver fatto irruzione all’interno di un appartamento nel quartiere Portanuova di Pescara si sono trovati davanti, con stupore, un laboratorio artigianale per la preparazione di una micidiale droga sintetica. La raffineria, al momento dell’accesso era funzionante: fornelli, ampolle, serpentine di raffreddamento, termometri, contenitori collegati da tubi… un vero e proprio laboratorio chimico costruito in casa capace di produrre una quantità, ancora indefinita, di mefedrone, meglio conosciuta anche come “droga degli zombie”, destinata ad invadere il mercato pescarese e forse non solo. Oltre alle attrezzature i militari hanno trovato composti chimici quali soda caustica, solventi, sali di iodio, medicinali di uso comune, e altri preparati non meglio ancora identificati, tutte allo studio del laboratorio di analisi per individuarne la corretta composizione. Altre a ciò, erano presenti gli immancabili bilancini di precisione, ben quattro, e bustine di cellophane da utilizzare per il confezionamento della sostanza.

UNA DROGA DAGLI EFFETTI DEVASTANTI. L’intervento dei Carabinieri ha stroncato sul nascere la produzione del terribile stupefacente, introdotto solo dal 2010 nelle tabelle del Ministero della Salute: si tratta di una delle droghe più economiche e dai effetti più letali effetti attualmente sul mercato.

COS'E' IL MEFEDRONE. Il mefedrone (4-metilmetcatinone), conosciuto anche come Miaow Miaow, MMCat, Meph, è un composto chimico semi-sintetico, stimolante ed empatogeno, come lo Speed (amfetamina), l’MDMA (ecstasy), la cocaina e il metilone. È un derivato del metacatinone e strutturalmente correlato al catinone. Proviene da una famiglia di sostanze chimiche, i catinoni, risultato della produzione in laboratorio, dapprima venduto e spacciato come pillola di ecstasy.

 

Nel 2009 molti siti internet hanno spacciato mefedrone vendendolo legalmente come “sali da bagno”; ovviamente non tutti i sali da bagno possono essere utilizzati come droga con effetti così nocivi. Esiste però una categoria di questi sali, venduto inizialmente negli Stati Uniti ma oggi di larga diffusione in Europa, specie dell’Est, noto come “catinoni” che può avere questi effetti. I catinoni, venduti in forma di cristalli o polvere, vengono utilizzati come “smart drugs”, cioè droghe furbe. Queste sostanze sono contenute in prodotti liberamente in vendita che, con gli opportuni accorgimenti o utilizzi, possono portare effetti allucinogeni, anche molto forti. Anche se apparentemente innocue, queste droghe possono portare conseguenze sulla salute molto gravi e permanenti. La moda dell’utilizzo di queste sostanze si è sparsa e ha raggiunto anche l'Italia dove, nel 2010 è stato scoperta e bandita ufficialmente.

COME SI ASSUME? Il mefedrone si assume tramite ingestione orale delle capsule o della polvere attraverso il bombing (si impacchetta la polvere nelle cartine per sigarette e si ingoia), il tamponamento delle gengive, la dissoluzione in un liquido e l’ingestione, oppure l’inalazione. Presenta più graduali come-up e come-down rispetto all’MDMA e assenza di hangover nel giorno successivo. Ha effetti allucinogeni simili all’ecstasy oltre a potere anosserizzante come le anfetamine ed effetti collaterali pericolosi e persino letali; può provocare emorragie nasali, nausea, vomito ed emicranie. L'uso continuato e pesante può portare a paranoia e disturbi psichici, mentre come droga è un allucinogeno. Viene anche definita “droga degli zombie”, poiché sono noti casi di cronaca in cui persone, apparentemente sane di mente, si sono trasformate in zombie con episodi di cannibalismo.

 

GLI EFFETTI SULLA SALUTE. Gli effetti di queste droghe possono essere molto violenti e vanno dalle semplici allucinazioni, a crisi paranoiche, autolesionismo, fino ad arrivare ad atti di
cannibalismo. Il continuo aumento dell’utilizzo di queste droghe è anche da imputarsi al bassissimo costo ed alla estrema facilità nella preparazione; la produzione di detta sostanza, infatti, avviene sintetizzando, con un processo estremamente intuitivo e pericolosamente a portata di click, reagenti chimici facilmente reperibili sul mercato: sali contenenti catinoni, attualmente venduti legalmente su internet anche con il nome di “fertilizzante” o più comunemente “sali da bagno”, pseudo-efedrina, contenuta nei medicinali per le riniti e le allergie, soda caustica, alcool, solventi di varia natura e altri ingredienti di uso comune.

Redazione Independent

martedì 15 luglio 2014, 11:59

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
droga
zombie
mefedrone
effetti
pescara
raffineria
compsto
video
Cerca nel sito