Al macello per debiti

Pisa- Equitalia sfratta la fattoria degli animali a San Giuliano Terme. Salvi gli animali grazie alla Lega del Cane e cittadini

Al macello per debiti

PISA. EQUITALIA SFRATTA UNA FATTORIA: SALVATI 29 ANIMALI. Grazie ad un'azione congiunta tra Associazioni ed Enti sono stati salvati da morte certa 29 animali, di cui 11 cani e 18 animali “zootecnici” destinati al macello. La mobilitazione ha coinvolto la Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Pisa, l’Associazione Salvezza animali, la Asl 5 e l’ufficio ambiente del comune San Giuliano Terme.

UNA TRISTE VICENDA DI DEBITI. l fatto si riferisce ad una triste vicenda che, oltre a colpire gli animali, ha devastato anche la vita di un anziano contadino che a causa di un'ingiunzione da parte di Equitalia, ha perso il suo cascinale a San Giuliano Terme che ospitava un toro, due mucche, un vitello, dodici capre, due agnellini e undici cani. Gli animali, pur vivendo, purtroppo in uno stato di estremo disagio - raccolti in recinti piccolissimi, creati con materiali di scarto di ogni tipo - non erano malnutriti o malati. "Le mucche, il vitello e il toro – afferma Silvia Tozzini, vicepresidente LNDC Sez. di Pisa - sono stati trasferiti in un’ azienda turistica in Garfagnana, dove non saranno macellati. Anche per le caprette abbiamo trovato una sistemazione in un agriturismo, tranne per una che è incinta e non può essere spostata. Aspetteremo che partorisca e poi li raggiungerà. I cani invece sono in parte al Rifugio Tom e in parte in affidamento a volontari: presto potrebbero anche essere in cerca di un’adozione. L’impresa è stata stressante, ma tutti gli animali sono arrivati sani e salvi a destinazione".

twitter@subdirettore

venerdì 25 gennaio 2013, 11:28

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
fattoria
equitalia
pisa
san giuliano terme
contadino
mucche
cani
capre
macello
Cerca nel sito