Addio Capitano, o mio Capitano!

Robin Williams, l'attore dei film cult "L'attimo fuggente" e di "good Morning Vietnam", si è spento nella propria abitazione. Forse per un suicidio causato da una depressione

Addio Capitano, o mio Capitano!

L'11 agosto, se ne è andato pare suicida in seguito ad una forte depressione, uno dei più grandi attori della cinematografia mondiale: Robin Williams. Nel film cult di Peter Weir "l'attimo fuggente", quello di "capitano o mio capitano" per intenderci, un allievo del prof. Johan Keating, interpretato magistralmente dal Robin Williams, recitava questa struggente e malinconica poesia che ne rappresenta la sintesi felice.

"Cogli la rosa quando è il momento,
che il tempo lo sai, vola
e lo stesso fiore che sboccia oggi
domani appassirà".

Per me e per tanti altri suoi estimatori, rivive nella sua sterminata produzione cinematografica che presto rivedremo in TV e su Internet. Perché questo hanno di straordinario i suoi film: ci appaiono sempre nuovi e noi non ci stanchiamo mai di rivederli. Quante volte, guardando "l'attimo fuggente", Robin Williams ci ha fatto piangere e quante volte la tata Mrs Doubtfire ci ha fatto ridere?.

Basta solo stabilire di quale umore vogliamo essere perché l'interprete di "Good Morning Vietnam", "Will Hunting-Genio Ribelle" (Oscar nel 98), "Hook-Capitan Uncino", Nrs Doubtfire- Mammo per sempre", Pach Adams!, continuerà a regalarci emozioni a piene mani ancora, ancora e ancora.

C.M.

mercoledì 13 agosto 2014, 12:11

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
robin williams
suicidio
poesia
attimo fuggente
notizie
Cerca nel sito