A24. Bufera Cialente

Il sindaco chiede l'intervento del Prefetto «Inverosimili disagi agli automobilisti per 10 cm di neve»

A24. Bufera Cialente

A24 CHIUSA PER NEVE. CIALENTE SCRIVE AD ALECCI. Il sindaco di L'Aquila Massimo Cialente, ha preso cata e penna - metaforicamente parlando - ed ha scritto una lettera di vibrante protesta al Prefetto della Provincia dell’Aquila, Dott. Francesco Alecci. «Eccellentissimo Prefetto - l'incipit della missiva di Cialente - nella giornata di ieri, in seguito ad una precipitazione nevosa, per ben due volte e per ore, l’autostrada A24 è rimasta chiusa al traffico creando inverosimili disagi agli automobilisti intrappolati, nonché un danno grave sia all’immagine di una città che di fatto resta isolata per 10 cm di neve, sia alla nostra economia, se è vero che questa autostrada è ormai parte di un sistema economico fondato su un rapporto sempre più stretto tra L’Aquila e Roma con centinaia e centinaia di pendolari. Le chiedo pertanto -aggiunge il Sindaco - di poter approfondire con Autostrada dei Parchi qual è l’effettivo piano neve e come viene attuato, considerando anche l’attenzione che codesta Prefettura mette costantemente in atto per verificare i piani antineve. Personalmente credo sia incredibile che un tratto di circa 50/70 Km di autostrada a maggior rischio neve, divenga costantemente rischio per automobilisti e mezzi pesanti. Ritengo che da parte della società di gestione si debbano applicare maggiori misure preventive quali spargimento abbondante, ripeto abbondante, di sale e l’impiego di un numero maggiore di mezzi. Le ricordo che il Comune dell’Aquila interviene sulle proprie strade con ben 17 mezzi e 25 uomini organizzati in turni di ben 24 ore».

I DISAGI DELL'ANNO PASSATO. Il sindaco, poi, fa riferimento all'anno passato quando «in occasione dell’abbondante nevicata, le strade della città erano pulite e percorribili mentre l’autostrada è rimasta bloccata per ben tre giorni, isolando di fatto tutta la popolazione. Non mi soffermo oltre sui disagi di quei giorni, figli di una situazione inaccettabile, evitabile e che, spero, non debba più verificarsi». E, come se non bastasse, «mi permetto inoltre di sottolineare - aggiunge Cialente - che in questo tratto di autostrada si paga il più alto pedaggio in Italia. Questa situazione è assolutamente ingiusta e vergognosa, viene giustificata con il fatto che un’autostrada di montagna richiede alti costi di manutenzione e gestione. Ebbene credo che, anche in ragione di quel che paghiamo, abbiamo il diritto di poter contare su un’autostrada sempre perfettamente funzionante anche in caso di copiose nevicate come peraltro era stato garantito per anni dal precedente concessionario che non ha mai chiuso la A24 anche in presenza di proibitive condizioni meteorologiche. Le chiedo pertanto di voler intervenire, affondando definitivamente questa importante problematica»

twitter@subdirettore

giovedì 17 gennaio 2013, 14:15

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pedacci
tariffe
toto
neve
chiusa
automobilisti
bloccati
Cerca nel sito