A "muso duro" a Rancitelli

Proseguono i blitz della polizia nel "famigerato" stabile di via Tavo. Ma la droga sembra essere sparita

A "muso duro" a Rancitelli

RANCITELLI. POLIZIA COL PUGNO DI FERRO. Proseguono con cadenza settimanale i controlli disposti dal Questore Paolo Passamonti nel luogo simbolo dello spaccio e della criminalità a Pescara: cioè il famigerato stabile in via Tavo nel quartiere Rancitelli e meglio noto col nome di "Ferro di Cavallo". Dopo le operazioni le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine "Abruzzo",  coadiuvato dalle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato e in collaborazione col personale del ‘118’ e dei vigili del fuoco, hanno proseguito le ispezioni nei quartieri Zanni e Fontanelle.

I RISULTATI DELLE OPERAZIONI. Sono stati conseguiti i seguenti risultati: 49 persone identificate; 25 veicoli controllati; 5 posti di controllo; 1 contestazione al Codice della Strada; 1 sequestro amministrativo di veicolo 1 persona denunciata per mancata esibizione della carta precettiva; 7 locali controllati (ascensori, trombe scale, immobili in disuso); 2 perquisizioni domiciliari; 20 controlli di persone sottoposte agli arresti domiciliari; 2 verifiche di arresti domiciliari a persone con permesso di recarsi al  lavoro.

twitter@subdirettore

mercoledì 20 febbraio 2013, 15:44

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
rancitelli
droga
blitz
arresti
spaccio
scampia
vedette
Cerca nel sito

Identity