A chi fa paura il Delfino?

Una lettrice denuncia la disparità di trattamento tra il Pescara ed il Lanciano sulle spese per l'Adriatico

A chi fa paura il Delfino?

LA DENUNCIA DI UNA LETTRICE. A dirla come Celentano: "E' questa la seconda storia che vi voglio raccontare". Tutto nasce dalle soavi parole che il sindaco Mascia ha pronunciato durante la seduta del Consiglio Comunale del 10 settembre 2012 e trasmessa in diretta web. Premetto che sono sedute che non perdo mai perchè esilaranti.

IPSE DIXIT. Così proferiva l'illustre Primo cittadino: «... siamo una città accogliente e lo abbiamo dimostrato anche con la Città di Lanciano avendo dato ampia disponibilità ad ospitare nel nostro stadio la loro squadra di calcio che milita in Serie B... bla bla... ». Non è straordinario questo nobile gesto?

COME STANNO LE COSE? Certo! Anche alla Virtus Lanciano viene richiesto tutto quanto necessario per garantire le spese che la Città di Pescara deve sostenere per la funzionalità delle stadio come, peraltro, viene richiesto alla nostra Delfino Pescara. E' proprio così? ....e no! Purtroppo la lettura delle carte dimostrano esattamente il contrario. La domanda nasce spontanea: Perchè tanti privilegi alla Delfino Pescara Srl?

LE SPESE SOSTENUTE DALLE SQUADRE. Proviamo ad analizzare le spese sostenute dalla Virtus Lanciano e dalla Delfino Pescara. 

 

VIRTUS LANCIANO

DELFINO PESCARA

 

 

 

SERVIZI ASSISTENZA TECNICO AGRONOMICA – PERIODO 31.08.2012 – 31.12.2012

€. 7.000,00

€. 0,00
tutto a carico del Comune

SERVIZIO FORNITURA GRUPPI ELETTROGENI – COSTO PER SINGOLA PARTITA

€. 9.100,00

€. 0,00
tutto a carico del Comune

MANUTENZIONE VERDE – IMPORTO MENSILE

€. 5.730,00

€. 0,00
tutto a carico del Comune

CANONE UTILIZZO STADIO SENZA LUCI

€. 2.156,80

€. 1.611,72

CANONE UTILIZZO STADIO CON LUCI

€. 2.761,22

€. 1.856,14

EFFETTUAZIONE PUBBLICITA’

€. 1.996,50

€. 1.996,50

 

UN DIVARIO ABNORME. E' utile per completare il quadro la lunare disparità per l'abnorme divario di affluenza allo stadio e l'abnorme divario in termini di pubblicità raccolta tra le due società. Prima la questione del bar all'interno della struttura. Poi, la polemica dei biglietti gratis. Ed, adesso, anche la questione dell'utilizzo dello stadio. Sono situazioni poco chiare che la collettività deve conoscere in quanto si tratta sempre di risorse pubbliche che vengono sottratte al cittadino.

Anna Franchi

 

Nota di Redazione.

Come nostra abitudine siamo pronti ad ospitare qualsiasi replica da parte dell'Amministrazione Comunale e della Delfino Pescara 1936

mercoledì 12 settembre 2012, 12:47

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
mascia
stadio
delfino
virtus
costi
comune
anna franchi
polemica
sebastiani
rapporti
biglietti
bar
gestione
lanciano
Cerca nel sito

Identity