A Teramo lo sciopero dei Vigili Urbani. Brucchi: «Chiesto parere al MEF»

La questione del riposo compensativo è secondo il sindaco già riconosciuta dal Comune. Ma il sindacato non si fida

A Teramo lo sciopero dei Vigili Urbani. Brucchi: «Chiesto parere al MEF»

I VIGILI URBABI CONFERMANO LO SCIOPERO ED ACCUSANO IL SINDACO. I Vigili Urbani di Teramo, tramite il sindacato regionale Diccap Sulpm, annunciano che lo sciopero si farà. Secondo i fischietti teramani, infatti, non sarebbe stata rispettata la questione del iposo compensativo ed accusano il sindaco della città Maurizio Brucchi. "Il diritto al riposo compensativo - si legge in una nota del Comune -, questione posta all’attenzione in questi giorni dal corpo di Polizia Municipale, è già riconosciuto dal Comune di Teramo. I Vigili Urbani, infatti, su precisa indicazione del Sindaco e della Giunta, godono attualmente di tale diritto, cosi come si evince dall’atto del Comandante Zaina che alleghiamo al presente comunicato". Nel merito della questione, come già annunciato dal Sindaco agli stessi interessati, è stato richiesto il parere al Ministero dell’Economia e delle Finanze. "L’intenzione dell’amministrazione, manifestata appunto con la richiesta al MEF, è - conclude Brucchi - di raggiungere unanimemente e concordemente la chiarezza: in questa ottica, pur rispettando il diritto allo sciopero, si ritiene che un atteggiamento più cauto, avrebbe potuto indurre almeno ad attendere tale parere".

Redazione Independent

martedì 13 maggio 2014, 16:12

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
sciopero
vigili urbani
brucchi
sindaco
comandante
zaina
Cerca nel sito

Identity