A Roseto degli Abruzzi salta Consiglio. Pavone "bacchetta" Pd

La seduta dedicata al Piano Regolatore Urbanistico invalidata per mancanza di due consiglieri. Il sindaco: "E' la prima volta che si verifica in tre anni"

A Roseto degli Abruzzi salta Consiglio. Pavone "bacchetta" Pd

IL SINDACO PAVONE CHIARISCE SULL’ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE. “In merito al Consiglio Comunale di ieri sera voglio precisare che si è trattato solo di assenza di due consiglieri dovuta ad impegni personali e di lavoro che erano stati precedentemente comunicati e pertanto rientra nelle normali probabilità di mancanza di numero legale che, in tutte le Amministrazioni locali e anche in Parlamento, si verificano senza destare particolare clamore” dichiara il sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone.

PD ACCUSA AMMINISTRAZIONE. L'opposizione targata Pd aveva accusato il sindaco sul tema dell'urbanistica. Piccata la replica del primo cittadino: “Se il Pd è contro le poche iniziative di privati imprenditori che hanno ancora il coraggio di investire che lo andasse a spiegare alle migliaia di disoccupati che in questa città, ogni giorno, vanno alla ricerca di lavoro”. Anzi Pavone sottolinea come "la variante al Prg portata avanti dal Pd in assoluta “solitudine”, per ben 11 lunghi anni, nelle “segrete stanze”, sia costata alla collettività più di 400 mila euro e che non ha prodotto alcun beneficio per la nostra città”.

Redazione Independent

mercoledì 23 luglio 2014, 14:35

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
roseto
notizie
pavone
consiglio comunale
urbanistica
Cerca nel sito

Identity