15mila veicoli criminali

"Ghost Car". Maxi giro di auto intestati a prestanome o morti: servivano alla mala per commettere reati

15mila veicoli criminali

OPERAZIONE "GHOST CAR": SCOPERTE 15MILA AUTO FANTASMA. Oltre 15mila auto intestate a persone nomadi, senzatetto, prestanome ovvero morti ed utilizzati dalla criminalità organizzata per commettere rapine, furti ed altre azioni malavitose sono state scoperte nell'ambito dellla maxi inchiesta "Ghost Car": un'indagine della polizia stradale che ha coinvolto i distaccamenti provinciali di tutta Italia. Naturalmente i mezzi, utilitarie ma anche auto di grossa cilindrata (come Rolls Royce e Ferrari) erano prive di assicurazione. L'indagine ha preso il via nell'ottobre del 2011 quando un mezzo con tre giovani a bordo si schiantò contro il pullman del Torino Calcio. 

CONFERENZA STAMPA ORE 12. Alle ore 12.00 presso la Sala Calvitti della Questura di L'Aquila si terrà una conferenza stampa sull'operazione "Ghist Car". L'attività investigativa coordinata dalla Polizia Stradale Abruzzo, coordinata dal dirigente Mario Nigro, finalizzata a far emergere il fenomeno delle false intestazioni di veicoli in capo alla stessa persona ed ha interessato non solo il territorio della Regione Abruzzo ma tutto il territorio nazionale.

Redazione Independent

lunedì 22 aprile 2013, 11:24

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gost car
operazione
l'aquila
stradale
auto
Cerca nel sito